Ristrutturare, consigli per gli acquisti

lavanderia design
Lavanderia: Qualità e Design per progettare la lavanderia ideale per la propria casa
Gennaio 20, 2016

Ristrutturare, consigli per gli acquisti

ristrutturazione low cost

Chiunque abbia affrontato almeno una volta lavori di ristrutturazione, conosce le difficoltà che questi comportano, in termini di tempo e denaro, ma anche le aspettative cui ci mettono di fronte. In fondo, stiamo per rinnovare completamente il look della nostra casa.

Ecco allora qualche consiglio, se volete avventurarvi in una ristrutturazione senza incappare in sgradite sorprese.

Chi scegliere?

Anzitutto, meglio stare alla larga da offerte commerciali che propongono “la ristrutturazione low-cost” o il “progetto online”: per un lavoro completo (e ben fatto) è bene conoscere personalmente il responsabile dei lavori e la sua competenza e valutare insieme e direttamente sul campo tutte le scelte, che sono numerose e importanti.

Quanto costa?

I costi di una ristrutturazione si dividono in :

  • costi dell’impresa

  • costi per l’acquisto dei materiali

Perciò, fate ben attenzione quando si reclamizza una “ristrutturazione completa a 10mila euro” o il “rifacimento del bagno a 3mila euro”: volete che sia chi ve lo sta proponendo a scegliere come ristrutturare il vostro bagno o la vostra casa, senza conoscere neppure i vostri gusti? Una ristrutturazione è come un abito su misura, perciò se desiderate un abito di qualità che vi calzi a pennello, state bene attenti nella scelta del sarto.

L’impresa dovrebbe fornire il preventivo sulla base di un progetto ed un computo metrico, preparato precedentemente dal tecnico del committente, o comunque dopo un’attenta valutazione insieme al cliente, misure e piantine alla mano.

Quanto posso spendere?

Definire un budget è fondamentale e va fatto subito: solo quando avete definito il budget di spesa per i lavori e i materiali, siete davvero sulla strada giusta. E attenti al risparmio a tutti i costi: non dovete dire all’impresa di voler spendere “il meno possibile”. Il rischio è di ritrovarvi infatti con un lavoro scadente o comunque non all’altezza delle vostre aspettative. Il “meno possibile” deve essere quantificato: non abbiate paura di dire all’impresa quale è il vostro budget, qualunque esso sia. Soltanto così infatti potranno guidarvi verso le scelte più adatte e funzionali al risultato che avete in mente.

Vi sono piaciuti i nostri consigli? Venite a trovarci. Ne abbiamo molti altri in serbo per voi. Nel nostro spazio espositivo potrete toccare con mano i materiali e raccontarci la ristrutturazione che fa per voi. Noi vi aiuteremo a trasformarla in realtà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *